Febbraio 18, 2018

logo_con_bandiera_per_sito

INCONTRO UNMS ESERCITO

UNMS ESERCITO

Napoli – Il generale Guido Landriani, vertice del Comando Militare Esercito “Campania” ha incontrato il Dott. Carmine Diez, Presidente Provinciale dell’Unione Nazionale Mutilati per Servizio Istituzionale, per una riunione preliminare alla firma di un protocollo d’intesa sotteso ad una collaborazione sinergica fra le due Istituzioni e finalizzata, principalmente,  a tutelare gli interessi morali e materiali dei mutilati ed invalidi per servizio e dei familiari dei caduti.

Alla riunione era presente tra gli altri l’avv. Maurizio Guerra specialista in materia previdenziale e per i traguardi ottenuti è considerato uno dei più qualificati del settore.

L’UNMS, Unione Nazionale Mutilati per Servizio con Sede Centrale in Roma, è un Ente Morale presente su tutto il territorio con Gruppi regionali e Sedi provinciali in ogni capoluogo e Sottosezioni in varie città. L’Associazione  tutela  tutti coloro che alle dipendenze dello Stato e degli Enti locali, territoriali ed istituzionali, hanno riportato mutilazioni ed infermità in servizio e per causa di servizio militare e civile.

Sono dunque soci i Carabinieri, i militari delle FF.AA., gli Agenti della Polizia di Stato, le Guardie di Finanza, gli Agenti del Corpo della Polizia Penitenziaria, le Guardia Forestali, i Vigili del Fuoco, i Vigili Urbani, i Magistrati e tutti i dipendenti della Pubblica Amministrazione; fanno parte dell’Unione anche i superstiti e tutti coloro che hanno acquisito particolari meriti nei confronti della categoria (soci benemeriti e simpatizzanti).

Il preminente scopo istituzionale dell’Unione è quello di rappresentare e tutelare gli interessi morali e materiali dei mutilati ed invalidi per servizio e dei familiari dei caduti (legge n. 641/78; D.P.R.23-12-78 e 31-3-79), nei settori: Pensioni Privilegiate Ordinarie dei tabellari, percentualisti e decimisti – Pensione di reversibilità – Equo indennizzo – Riclassificazione per aggravamento ed adeguamenti -  Collocamento obbligatorio e diritto all’avviamento al lavoro – Esenzione ticket sanitari – Priorità concorsi pubblici – Non imponibilità fiscale sulle pensioni “tabellari” – Carte di libera circolazione sui mezzi di trasporto - Cure climatiche/terapeutiche- Convenzioni varie.  Svolge altresì attività di intermediazione al lavoro attraverso le costituite Agenzie.

Presenti inoltre al proficuo incontro:

Ins. Baviello Davide           Vice Presidente UNMS Sezione Provinciale di Napoli

Sig. Francesco Filogamo Medaglia di Bronzo al valore Militare (Check Point Pasta)

Sig. La Rocca Pasquale   Medaglia di Bronzo al valore Militare (Check Point Pasta)

Dott. Angelo Di Santo        Presidente UNMS Sezione Provinciale di Benevento

Dott. D’Ambrosio Vincenzo     Consigliere UNMS Sezione Provinciale di Salerno

Vari Consiglieri e soci della Sezione Provinciale UNMS di Napoli

LANDR

LANDR2

foto_grupopo

XXXV Giornata Nazionale per la Vita

XXXV Giornata Nazionale per la Vita   

NOI CI SAREMO .................E TU??????????
Domenica, 3 febbraio, si terrà la XXXV Giornata Nazionale per la Vita, con la tradizionale passeggiata con il Cardinale Sepe. La mattinata verrà conclusa con la Celebrazione Eucaristica, presieduta dall'Arcivescovo, nella Basilica di San Francesco di Paola.

Programma
Dalle ore 9 alle 13
, in piazza del Plebiscito, saranno allestiti gli stand delle associazioni di volontariato che promuovono e difendono la vita.
A partire dalle ore 9, in piazza Dante, è previsto il raduno dei partecipanti.
Alle ore 9.30, il Cardinale Crescenzio Sepe incontra gli ammalati e il personale dell'ospedale "Ascalesi" di Napoli.
Alle ore 11, in piazza Dante, insieme al Cardinale Arcivescovo, partenza della "Passeggiata in famiglia".
Alle ore 12, la "passeggiata" si concluderà in piazza del Plebiscito.
Concelebrazione della Santa Messa, presieduta dal Cardinale Sepe, nella Basilica di San Francesco di Paola ed animata dalle comunità parrocchiali del Terzo Decanato

giornata_della_vita

VITTIMA DEL DOVERE

Gentile Socio,

Ti preghiamo di prendere contatti con la nostra Sezione per urgenti comunicazioni che ti riguardano.

Abbiamo infatti ricevuto una nota di chiarimento da parte del nostro  Studio Legale  che illustra i notevoli benefici che potrebbero derivare al pensionato privilegiato, o ai suoi familiari, se riconosciuto anche “vittima del dovere”.

Se ci farà avere una sintetica relazione sui fatti di servizio che hanno determinato le Sue invalidità con il consenso a far esaminare gratuitamente la Sua posizione  potremo suggerirLe eventuali azioni da promuovere per ottenere i benefici di legge, tra i quali quelli economici della speciale elargizione (di duemila euro per ogni punto di invalidità permanente, di regola rapportata all’ascrizione pensionistica) e dell’assegno speciale mensile (di oltre mille euro) esente da imposte.

Per ora Le basti sapere che rientrano nelle previsioni legislative:

Il personale delle Forze Armate, delle Forze di Polizia (Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Guardia di Finanza, Guardia Forestale), i militari di leva di ogni Arma e Corpo, i Vigili del Fuoco, i dipendenti pubblici, che abbiano subìto un’invalidità permanente nell’espletamento delle funzioni d’istituto per diretto effetto di lesioni riportate in conseguenza di eventi verificatisi:

a) nel contrasto ad ogni tipo di criminalità,

b) nello svolgimento di servizi di ordine pubblico,

c) nella vigilanza ad infrastrutture civili e militari,

d) in operazioni di soccorso e tutela della pubblica incolumità,

e) in azioni nei loro confronti in contesti di impiego internazionale non aventi necessariamente caratteristiche di ostilità. 

Sono equiparati alle vittime del dovere coloro (militari e dipendenti civili) che abbiano contratto infermità permanentemente invalidanti, in occasione o a seguito di MISSIONI di qualunque natura effettuate dentro e fuori dei confini nazionali e che siano riconosciute dipendenti da causa di servizio per particolari condizioni ambientali ed operative.

I benefici di legge spettano ai familiari, in caso di decesso del diretto interessato.

            La giurisprudenza più recente del Magistrato del lavoro (per la verità ancora non consolidata né, per ora, confermata dalla Suprema Corte di Cassazione né tanto meno seguita  dal Giudice Amministrativo), ha esteso i benefici delle vittime del dovere a coloro che hanno riportato infermità e lesioni in circostanze di maggiore rischio rispetto al servizio normale. Per tale motivo, vanno attentamente esaminate le condizioni in cui si è verificato l’evento lesivo o si è riportata l’infermità.

            In attesa di sentirti, e certi di averLe dato una notizia interessante, ricevi i nostri più cordiali saluti

 

COMUNICATO - LEGGE DI STABILITA'

home_1_00

Il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, ha ricevuto oggi a Montecitorio Associazioni di combattenti civili e militari che rappresentano le famiglie dei caduti e dei dispersi di guerra, dei mutilati e degli invalidi di guerra, delle vittime del terrorismo, del servizio e del dovere. Le Associazioni hanno espresso preoccupazione in merito alla disposizione contenuta nel disegno di legge di stabilità 2013 (A.C. 5534-bis, art.12, c. 17) con la quale si assoggettano all'imposta sul reddito delle persone fisiche le pensioni di guerra, le relative indennità accessorie, gli assegni connessi alle pensioni privilegiate ordinarie, le pensioni connesse alle decorazioni dell'ordine militare d'Italia e i soprassoldi connessi alle medaglie al valore militare. Il Presidente della Camera ha rinnovato l'auspicio, già espresso pubblicamente nei giorni scorsi, riguardo l'eliminazione dal testo del provvedimento di detta disposizione, sottolineando come i benefici economici riconosciuti a tali categorie di cittadini rappresentino provvidenze di natura risarcitoria. Il riconoscimento di tali agevolazioni, prima ancora che doveroso sul piano giuridico, rappresenta un impegno morale per lo Stato e le sue Istituzioni che hanno il dovere di essere solidali con coloro che sono stati gravemente colpiti in relazione a eventi tragici della storia del nostro Paese o che si sono distinti per particolari meriti al servizio dell'Italia. Il Presidente Fini ha assicurato il più fermo sostegno alle ragioni delle Associazioni, preannunziando una immediata iniziativa presso il Governo, volta alla risoluzione della questione. All'incontro hanno preso parte l'Associazione Italiana Ciechi di Guerra, l'Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra, l'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, l'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, l'Associazione Nazionale Grandi Invalidi Militari ed Equiparati, l'Associazione Nazionale Vittime del Dovere d'Italia, il Gruppo Medaglie d'Oro al Valor Militare d'Italia e i rappresentanti delle Vittime del Terrorismo, del Servizio e del Dovere.

UNICO CAMPANIA

unico-campania-biglietti-integrati

Agevolazioni Regione Campania Trasporto Pubblico

Nei prossimi giorni , sarà possibile, per gli aventi diritto, consegnare – presso  la nostra sezione la modulistica che dà accesso alle agevolazioni previste dalla Regione Campania a favore delle categorie socialmente deboli.
Il modulo di richiesta, in particolare, contiene tutte le specifiche per poter accedere ai benefici.

Dal giorno 01/12/2014 fino al 22/12/2014 sarà possibile effettuare la richiesta.

Per maggiori informazioni contattare la nostra sezione ai numeri 081/287627 nei giorni di accettazione

SCARICA IL MODELLO:

Comune di Napoli

Regione Campania

Oltre al modello da compilare in ogni sua parte, occorre:

- N. 2 FOTOGRAFIE

- Copia del Decreto di Invalidità con visione dell'originale

ORARI DI ACCETTAZIONE:

LUN - MAR - GIOV - VEN

ORE 09.00 - 12.30

TARIFFE:

Regione Campania

Generale

Altri articoli...

Pagina 8 di 9

8