Ottobre 17, 2017
unmslogo
Benvenuti nella Sezione Provinciale di Napoli "Ernano - Ferraro"

Circolare ai Soci

Prot. N. 1023 del 24/06/2011

Carissimo fraterno socio ed amico,

mi corre l’obbligo informarti sulle numerose iniziative che il Comitato Provinciale di questa Sezione ha dato luogo dando ai soci e rispettivi familiari, la possibilità di usufruire di numerosi servizi e/o convenzioni- oltre a quelli dettati dallo “Statuto” - tra i quali:

AGENZIA PER  IL LAVORO:

L’Agenzia del Lavoro nasce dalla volontà di offrire ai soci, e ai familiari, la possibilità di entrare o rientrare nell’attività lavorativa, è una struttura accreditata del Ministero del Lavoro, che opera senza scopo di lucro e rappresenta l’anello di congiunzione tra la domanda e l’offerta di lavoro. Ad ogi sono stati collocati soci e figli di soci presso aziende della provincia di Napoli.

Per informazioni rivolgersi presso la nostra sezione,per ottenere un incontro d’orientamento informativo e professionale;

SERVIZIO CIVILE:

Il servizio nazionale civile  (legge n. 64 del 6  marzo 2001) è aperto a tutti soci e figli di soci. Tale servizio civile, pur conservando tra i propri fondamenti la difesa non violenta della patria (patrimonio dell'obiezione di coscienza) e il servizio presso enti del terzo settore ed enti pubblici, è un'istituzione che prevede una scelta volontaria da parte dei giovani soci o figli di soci; ha un forte impianto e impatto formativo; riconosce in alcuni casi dei crediti formativi presso le università e offre ai volontari un rimborso spese.

PATRONATO – CAF – ASSISTENZA PENSIONISTICA

Presso la nostra sezione di Piazza Principe Umberto è a vostra disposizione il socio Dott. Ruggiero Francesco che curerà i seguenti servizi:

- Patronato; Pratiche Assistenziali, Invalidità Civile – Pensioni di Anzianità, Vecchiaia, pensione ai superstiti, Assegni di maternità, Assegni per il terzo figlio ed Infortuni sul Lavoro;

- CAF : RED , ISE-ISEE; 730;ICI;UNICO.

ASSISTENZA MEDICO-LEGALE

E’ stato istituito un gruppo di lavoro composto di medici e legali per studiare ed esaminare la posizione del singolo socio per eventuale aggravamento o riconoscimento di altre invalidità in conformità a  patologie diverse da quelle riconosciute da causa di servizio. Tra cui:

VITTIMA DEL DOVERE

CONVENZIONI

Numerose sono le convenzioni con varie società per il soddisfacimento di bisogni dei nostri soci, tra le quali segnaliamo:

Centro diagnostico Basile Zoomarine Hotel Terme Elisabetta

Convenzione Centro Athena Tim Farmacia Maggiore Dr. Tommaso

Teatro Toto' Teatro Diana Teatro Bellini

Teatro Delle Palme Teatro Bracco Casa della Musica Teatro Palapartenope

E TANTE ALTRE

Per appuntamenti rivolgersi alla Sezione Provinciale di Napoli ai numeri 081.287627




Home

Unione Nazionale Mutilati e Invalidi per Servizio Istituzionale

L'Unione Nazionale Mutilati e Invalidi per Servizio Istituzionale, con Sede Centrale in Roma, Gruppi regionali e Sedi provinciali in ogni capoluogo e Sottosezioni in varie città, è un Ente Morale (Decreto C.p.S. n. 650 del 24-06-1947 e legge n.337/1953) che raggruppa in Associazione tutti coloro che alle dipendenze dello Stato e degli Enti locali, territoriali ed istituzionali, hanno riportato mutilazioni ed infermità in servizio e per causa di servizio militare e civile.

Sono dunque Carabinieri, militari della FF.AA. in servizio di leva o permanente, Agenti della Polizia di Stato, Guardie di Finanza, Agenti di custodia, Guardie Forestali, Vigili Urbani, Magistrati e tutti i dipendenti della Pubblica Amministrazione, che nell'adempimento del proprio dovere contraggono mutilazioni o invalidità.

A questi "Creditori della Nazione" viene corrisposto un trattamento economico (equo indennizzo e/o pensione privilegiata) anche o soltanto con funzione risarcitoria del danno. Infatti, le pensioni dei militari invalidati per servizio obbligatorio, meramente risarcitorie, sono equiparate a quelle di guerra, e come tali escluse dall'imposizione fiscale.

Giustizia ed equità vuole che, in considerazione del "valore risarcitorio" indubbiamente presente in tutte le pensioni privilegiate ordinarie "comuni", concesse per invalidità casuale dal servizio istituzionale, anche a queste debba riconoscersi una esenzione, quanto meno parziale, dall'IRPEF.

E' significativo, sul piano del merito nei confronti della collettività, il riconoscimento di un'identica dignità morale agli invalidi per servizio e a quelli di guerra, equiparati con leggi 15 luglio 1950 n. 539 e 3 aprile 1958 n. 474.

Fanno parte altresì dell'Unione, le vedove, gli orfani, i genitori, le sorelle nubili dei Caduti in servizio ed i familiari deceduti per l'aggravarsi dell'infermità pensionate, che abbiano avuto i requisiti per il conseguimento della pensione, indiretta o di reversibilità.

Pagina 9 di 9

9
Succ.
Fine